Connettiti con noi

PROGRAMMI

Reazione a Catena, un altro errore: il trio fa ricorso e torna in gioco

Un altro errore a Reazione a Catena: questa volta il trio ritorna in gioco

Pubblicato

su

Reazione a catena errore ricorso

Reazione a Catena, colpo di scena: ritornano gli ex campioni eliminati

Alcuni retroscena di Reazione a Catena hanno dell’incredibile: appena qualche giorno fa la polemica sull’errore di Marco Liorni, ora il ritorno inaspettato in puntata del trio che era stato eliminato, ma che ha fatto ricorso.

I Roma Nerd tornano a Reazione a Catena dopo il ricorso

I Roma Nerd, trio composto da Giada, Simone e Paolo, sono di nuovo a Reazione a Catena. Il pubblico potrebbe aver pensato di aver avuto della allucinazioni, invece è tutto vero. Il trio, come molti ricorderanno, era stato eliminato nel corso di una puntata di luglio. Precisamente, l’eliminazione era avvenuta in fase finale all’Intesa Vincente, e ad avere la meglio sui Roma Nerd erano stati gli Ercolini. Se così fossero però andate le cose senza problemi, i Roma Nerd non avrebbero potuto tornare in gioco, e invece.

Cos’è successo: un altro errore a Reazione a Catena

A spiegare subito al pubblico a casa di Reazione a Catena cosa sia accaduto ci ha pensato Marco Liorni, salutando nuovamente il trio. “Abbiamo un gradito ritorno“, ha esordito Liorni presentando di nuovo i tre al pubblico. Qual è stato il motivo? “Hanno fatto ricorso – spiega il conduttore – Hanno giocato qualche settimana fa, hanno fatto ricorso e avevano ragione e quindi sono tornati qua e ci riprovano“. Non è però dato sapere al pubblico quale sia stato l’errore commesso da Reazione a Catena nei confronti dei Roma Nerd. Insomma, è stato detto il peccatore ma non il peccato. Qualcosa però durante quella Intesa Vincente è successo e potrebbe trattarsi di uno sgarro al regolamento che i Roma Nerd non hanno accettato ma che anzi, hanno denunciato. D’altronde, non tutti i giorni si porta a casa la vittoria di un ricorso.

LaWebstar Copyright © 2021 Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione al n. 36461 Editore e proprietario: Sima Editore s.r.l.s.