Connettiti con noi

Attualità

Referendum sull’eutanasia ritenuto inammissibile: “Non tutela la vita umana”

Le parole di Marco Cappato dopo la sentenza della Corte costituzionale

Pubblicato

su

L'associazione Luca Coscioni per il referendum sull'eutanasia legale

Bocciata la richiesta di referendum sull’eutanasia legale: la pronuncia della Corte costituzionale

L’attuale dibattito sull’eutanasia legale, che ha acceso le discussioni sociali e legislative nelle ultime ore, ha visto nelle ultime ore pronunciarsi in merito anche la Corte costituzionale. L’organo più importante di garanzia del Paese ha ritenuto inammissibile la proposta di referendum che sosteneva la depenalizzazione dell’omicidio del consenziente. L’origine della bocciatura è stata la seguente: “A seguito dell’abrogazione, ancorché parziale, della norma, non sarebbe preservata la tutela minima costituzionalmente necessaria della vita umana, in generale, e con particolare riferimento alle persone deboli e vulnerabili”. Si attendono ora le motivazioni ufficiali della sentenza.

Le parole di Marco Cappato e Filomena Gallo dopo la sentenza

In particolare fermento durante l’attesa per la sentenza, erano Marco Cappato e l’Associazione Luca Coscioni, che portano avanti da mesi raccolte firme e operazioni di sensibilizzazione dell’opinione pubblica riguardo al tema. Per loro, e per tutti coloro che si battono per questo diritto, la sentenza è stata un brutto colpo. Marco Cappato ha così commentato quanto deciso dalla Corte di cassazione: “Questa per noi è una brutta notizia, credo che sia una brutta notizia per coloro che subiscono e dovranno subire ancora più a lungo sofferenze insopportabili contro la loro volontà. Credo sia ancora di più una brutta notizia per la democrazia del nostro Paese perché sarebbe stata una grande occasione per collegare la realtà sociale con le istituzioni su questo molto disattente“.

A pronunciarsi è stata anche Filomena Gallo, segretaria nazionale dell’associazione Luca Coscioni, con un tweet di delusione e speranza: “Abbiamo comunque gettato il seme per una nuova stagione laica e di democrazia nel nostro Paese. Grazie a tutti coloro che hanno dato forza alla nostra battaglia“.

CONTINUA A LEGGERE SU LAWEBSTAR.IT

LaWebstar Copyright © 2021 Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione al n. 36461 Editore e proprietario: Sima Editore s.r.l.s.