Connettiti con noi

GOSSIP

Roberto Vecchioni, come ha scoperto il tradimento della moglie: “Scappai”

Vecchioni torna a raccontarsi intimamente in vista dell’uscita del nuovo album “I giovani sono curiosi come Ulisse”

Pubblicato

su

Roberto Vecchioni ricorda il tradimento della prima moglie

Roberto Vecchioni: la confessione sul tradimento della prima moglie

Roberto Vecchioni torna a raccontarsi e lo fa aprendosi al pubblico nella sua parte più intima e nascosta. L’occasione è la presentazione del suo nuovo album, I giovani sono curiosi come Ulisse. E una delle “curiosità” su Vecchioni che il cantautore stesso richiama alla memoria è il doloroso ricordo del momento in cui ha scoperto il tradimento della prima moglie.

Vecchioni e la scoperta del tradimento in Toscana

instagram lawebstar.it

Firenze non ha colpe, è il simbolo dell’umanità, perché da lì inizia l’Italia e mi ispira solo pensieri positivi“, racconta Roberto Vecchioni a Il Corriere della Sera parlando del capoluogo toscano. Una città che evoca però anche più spiacevoli ricordi legati al tradimento. Un momento ormai passato che però Vecchioni ricorda perfettamente. “Ero sulle colline intorno a Scandicci con la mia prima moglie – racconta il cantautore – quando ho scoperto il suo tradimento“.

La vita sentimentale di Vecchioni: due matrimoni e 4 figli

Roberto Vecchioni ricorda il tradimento della prima moglie

Scappai via“, spiega sempre Vecchioni ricordando un paesaggio bellissimo che però cozzava con il suo gemente stato d’animo, ferito e deluso dalla scoperta. “Poi il mio matrimonio è finito“, spiega così la fine dell’amore con la sua prima moglie. Un dolore poi confluito in una canzone, Due giornate fiorentine, che Vecchioni ha proprio dedicato a quel momento. Dal 1981 Roberto Vecchioni è sposato con la sua attuale e seconda moglie, Daria Colombo, una scrittrice. Il suo primo matrimonio invece risale al 1973 con Irene Bozzi, l’amore dal quale è nata la prima figlia del cantautore, Francesca. Dall’amore con Daria invece sono nati altri 3 figli: Arrigo, Carolina ed Edorardo.