Connettiti con noi

Attualità

Roberto Vecchioni sulla scuola: il messaggio dell’ex prof nel giorno della riapertura delle aule

“Si deve diventare persone prima per i valori”

Pubblicato

su

Roberto Vecchioni ricorda il tradimento della prima moglie

Roberto Vecchioni lancia il suo augurio per l’inizio dell’anno scolastico

Oggi, lunedì 11 settembre, le scuole italiane hanno riaperto ufficialmente le porte agli studenti. A prendere la parola per commentare il ritorno sui banchi di scuola di tantissimi adolescenti, in qualità di ex professore (ha insegnato per anni italiano, greco e latino al liceo Beccaria di Milano e Bagatta di Desenzano del Garda), è stato anche Roberto Vecchioni.

Intervistato da Repubblica, il cantautore ha sottolineato come il compito della didattica non sia esclusivamente quello di trasmettere conoscenze, ma anche e soprattutto quello di formare individui con valori solidi.

“Leopardi era più cattivo dei trapper”

Questo il pensiero di Roberto Vecchioni: “A scuola io ho sempre insistito che si deve diventare persone prima per i valori, poi per il mestiere”. Nella sua musica non sono mai mancati riferimenti culturali e anche il suo ultimo album cita Leopardi nel titolo: L’infinito.

A suo modo di vedere c’è una connessione proprio tra il poeta marchigiano e le nuove generazioni: “Gli adolescenti non capiscono il mondo che hanno davanti, proprio come Leopardi, che era più cattivo dei trapper perché non le mandava a dire. Dal suo vocabolario era bandita la parola ipocrisia”. Infine, Vecchioni si è lasciato andare ad un consiglio: “Ai miei studenti potrei dire di leggere Alda Merini perché è molto vicina a Madame nella sensualità, nella corporalità”.

Copyright 2023 © riproduzione riservata Lawebstar.it - Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione al n. 26692 Editore e proprietario: Sport Review S.r.l. P.I.11028660014