Connettiti con noi

LIBRI

Salone del Libro di Torino, chiude l’edizione dei record: “È successo qualcosa di incredibile”

Terminata la XXXIII edizione che ha superato nei numeri quella del 2019, l’ultima antecedente alla pandemia

Pubblicato

su

Salone del Libro di Torino ingresso

Si è conclusa ieri, lunedì 18 ottobre, la XXXIII edizione del Salone Internazionale del Libro di Torino, che in questo 2021 è tornata a svolgersi in presenza del pubblico nella sua sede storica del Lingotto Fiere, dopo la lunga pausa forzata a causa della pandemia. La manifestazione che ha appena chiuso i battenti può già considerarsi un successo a causa della numerosa affluenza che ha fatto registrare. Oltre 150mila i visitatori nei 5 giorni di apertura, numero superiore non solo alle aspettative più rosee dell’organizzazione, ma anche rispetto a quanto registrato nel 2019.

Il Salone del Libro di Torino festeggia l’edizione da record, le parole del direttore Nicola Lagioia: “È stato un successo”

A manifestare tutta la gioia per il risultato ottenuto è stato in primo luogo l’uomo a capo della macchina organizzativa del Salone del Libro, Nicola Lagioia. “È stato un successo travolgente, oltre ogni aspettativa – ha dichiarato il direttore dell’evento a La Stampa, facendo poi notare come si tratti di – un segno fortissimo per il ritorno alla normalità. Sfogliare un libro fa poco rumore, arriva difficilmente alle cronache, ma se lo fanno in centinaia di migliaia, insieme, nello stesso posto e negli stessi giorni, danno un segnale che non può essere ignorato. In più, c’è stato per la prima volta un abbassamento sensibile dell’età media, tantissimi giovani e giovanissimi, facce che al Salone non si erano mai viste“.

Il pubblico ha affollato i padiglioni del Salone
Il pubblico ha affollato i padiglioni del Salone

Da Zerocalcare a Francesco Guccini: tutti gli ospiti della XXXIII edizione del Salone Internazionale del Libro

Ad aver contribuito alla grande affluenza, i tanti ospiti che hanno popolato i padiglioni del Salone, artisti e personaggi noti del calibro di Zerocalcare, Roberto Saviano, Alessandro Barbero, Serena Dandini, Gustavo Zagrebelski, Romano Prodi, Marco Montemagno e Francesco Guccini. Code e stand affollatissimi per tutti i 5 giorni di manifestazione, questo il risultato ottenuto, con grande beneficio per l’economia di tutta la città: gli hotel torinesi hanno fatto registrare l’84% di presenze durante i giorni di apertura. L’edizione ispirata da Dante nel suo slogan Vita Supernova è il primo grande evento dedicato al libro dall’inizio della pandemia e costituisce un segnale di rinascita e ritorno alla normalità molto forte, che l’Italia ha lanciato ancora una volta per prima.

Zerocalcare al Salone del Libro di Torino
Zerocalcare al Salone del Libro di Torino

Advertisement

Più Libri

Advertisement