Connettiti con noi

Attualità

Sgarbi e Morgan, fine dell’idillio: i nastri di Tenco scatenano la lite

“Non rompa i cogli*ni”

Pubblicato

su

Vittorio Sgarbi

Cosa è successo tra Sgarbi e Morgan?

Ma come, non erano migliori amici? Non si sostenevano a vicenda esaltando le reciproche competenze artistiche e intellettuali? Non sognavano di fare squadra per il bene culturale dell’Italia? I gemelli diversi Morgan e Sgarbi, dopo l’idillio durato anni, sono ora in una fase di “guerra”, o quantomeno di dissidio, a causa di quanto accaduto in merito al “restauro dei nastri Tenco”. Un caso che ha sciolto il saldissimo legame tra il cantautore e il critico d’arte e che li ha portati nelle ultime ore a lanciarsi reciproche accuse e alcuni insulti. Scopriamo insieme che cosa è accaduto.

La lite tra i due ex amici

Tutto è nato da una richiesta fatta pervenire da Morgan a Vittorio Sgarbi e altri membri di una chat, per diffondere un comunicato stampa. Non trovando il riscontro e la disponibilità sperate, Morgan si sarebbe offeso e avrebbe iniziato ad eliminare dalla conversazione alcuni membri. Vittorio Sgarbi ha così reagito al comportamento ritenuto sopra le righe di Castoldi, rimuovendolo a sua volta dalla conversazione “Rinascimento e dissoluzione”.

La chat della discordia e le accuse reciproche

La discussione è proseguita, tra una chat e l’altra, portando Morgan a pubblicare una conversazione tra lui e Vittorio Sgarbi in cui quest’ultimo lo apostrofava come “topo”. Ora Sgarbi spiega quel termine: Topo non è un’offesa,  da lì deriva Topolino della Walt Disney. Confermo la mia stima per gli eredi Tenco. Non capisco il senso delle polemiche”. Morgan ha a sua volta replicato, accusando il critico d’arte e sottosegretario del ministero della cultura di “accoltellare gli amici”. A chiudere, per ora, la questione è stato ancora Sgarbi con un consiglio all'(ex?) amico: “Non rompere i coglioni”.

LaWebstar Copyright © 2021 Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione al n. 36461 Editore e proprietario: Sima Editore s.r.l.s.