Connettiti con noi

GF VIP

Signorini rompe il silenzio sul caso Bellavia: “Aridità e mancanza di empatia”

Le dure parole del conduttore

Pubblicato

su

signorini bellavia

Alfonso Signorini si pronuncia sul caso Marco Bellavia: le parole del conduttore

Alfonso Signorini nelle ultimissime ore ha rotto il silenzio sul ritiro di Bellavia: il conduttore non pare avesse tanta altra scelta, vista l’ondata di protesta che si è alzata dal pubblico. Ogni anno il GF Vip tocca temi vicini alle vite degli telespettatori: quest’anno è stato il turno della salute mentale. Così come è sempre stato dato ampio spazio a qualunque tipo di sofferenza, è giusto che anche a quella psicologica venga restituita, almeno all’interno del reality, la giusta dignità.

Parla Alfonso: “Non era un percorso adatto”

Signorini si è quindi pronunciato sul caso Bellavia nel corso della fascia quotidiana del GF Vip delle ultimissime ore, affrontando già molto chiaramente la questione. “Sabato mattina Marco Bellavia ha abbandonato la Casa del Grande Fratello Vip. Una decisione maturata dopo una notte, quella di venerdì, particolarmente difficile“.

Ha continuato il conduttore: “La Casa può essere una cura in un momento di down della vita e la storia di Pamela lo dimostra. Però a volte la Casa acuisce ancora i problemi come è accaduto purtroppo a Marco, la convivenza forzata, la situazione di costrizione evidentemente non era un percorso adatto per quello che era la sua situazione adesso“.

Cosa succederà nella puntata di stasera

Alfonso ha chiosato facendo qualche anticipazione su quello che il pubblico dovrà aspettarsi nella puntata di stasera. “Avremo modo di parlarne e ne parleremo anche con i concorrenti che hanno reagito in modo per noi inatteso e condannabile. Mostrando aridità e mancanza di empatia e solidarietà, nessuno ha allungato una mano a Marco nonostante lui avesse chiesto pubblicamente un aiuto“.

Ancora: “Questo è un atteggiamento che troviamo anche nella vita di tutti i giorni. Parleremo di questo e capiremo anche come venirne fuori perché il pubblico ha condannato certi atteggiamenti e certe frasi che oggi non si possono e non devono essere tollerate“. Insomma, non è ancora certo se verranno presi provvedimenti seri o meno.

LaWebstar Copyright © 2021 Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione al n. 36461 Editore e proprietario: Sima Editore s.r.l.s.