Connettiti con noi

TV e SPETTACOLO

Tom Ford stronca House of Gucci: “Mi ha rattristato per diversi giorni”

“Jared Leto? Folle e apparentemente ritardato”

Pubblicato

su

Tom Ford

Una stroncatura completa, quella di Tom Ford per il film House of Gucci, in uscita nei cinema italiani il 16 dicembre. Il regista di Animali notturni e A single man è legato in prima persona alla vicenda narrata nel film con Lady Gaga, Al Pacino e Jared Leto, poiché dal 1990 era alle dipendenze della storica maison fiorentina. Proprio dal suo punto di vista da protagonista coinvolto in prima persona sono piovute critiche nette al film, sia per l’effettiva realtà dei fatti narrati che per le performance degli attori principali.

La critica di Tom Ford si abbatte su House of Gucci

Interpretato in House of Gucci dall’attore Reeve Carney, Tom Ford non ha gradito la sua rappresentazione cinematografica. “Posso assicurarvi che non mi ha mai fatto i complimenti che vedete nel film”, ha spiegato lo stilista e regista americano, non contento nemmeno dell’inesatto ingresso temporale che gli è stato riservato dalla trama del film. “Maurizio era stato estromesso dalla compagnia quando io venni coinvolto come direttore creativo di Gucci e proposi la mia prima collezione di successo”, ha corretto Ford.

A non convincerlo, sono state anche le performance attoriali, soprattutto di Al Pacino (Aldo Gucci) e Jared Leto (Paolo Gucci). Dal trucco eccessivo, al carattere dei protagonisti reso dal film in maniera errata, Tom Ford ne ha avute per tutti.

Le parole di Tom Ford rilasciate ad Airmail

Jared Leto Paolo Gucci

“Vedere House of Gucci mi ha rattristato per diversi giorni. Una reazione che penso che abbiano avuto solo coloro che conoscevano i protagonisti e che hanno vissuto quei fatti. A volte, quando Al Pacino nei panni di Aldo Gucci, e Jared Leto in quelli del figlio Paolo Gucci, erano sullo schermo, ero indeciso se stessi invece vedendo una parodia del Saturday Night Live di questa storia. La bravura di Jared Leto come attore viene letteralmente sotterrata dai trucchi prostetici in lattice.

Paolo, che ho incontrato diverse volte, era effettivamente eccentrico e fece alcune cose stravaganti, ma il suo comportamento non era assolutamente paragonabile al folle e apparentemente ritardato personaggio interpretato così da Jared Leto. A causa del livello e della fama del cast, la sceneggiatura viene piegata al servizio degli attori. L’impressione è che alcuni ruoli siano stati ampliati unicamente per attirare e soddisfare queste star“.

Ma House of Gucci quindi è destinato ad essere un flop?

Tom Ford non è stato il solo a rilasciare feroci segnali di non apprezzamento sull’ultimo lavoro del collega Ridley Scott. Dal The Guardian a Rotten Tomatoes, i punteggi assegnati dai primi recensori del film sono stati decisamente inferiori alle aspettative, soprattutto per il cast di prim’ordine della pellicola. Non resta dunque che aspettare l’uscita nelle sale, per capire se House of Gucci sia, se non un capolavoro, almeno un film gradevole o se invece sia stata solo un’enorme occasione sprecata.

LaWebstar Copyright © 2021 Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione al n. 36461 Editore e proprietario: Sima Editore s.r.l.s.