Connettiti con noi

TV e SPETTACOLO

Vladimir Luxuria, l’incubo della droga nel bicchiere: “Sospetto me l’abbiano messa nel drink”

I dubbi e le paure di Luxuria su uno spiacevole fatto accadutole in passato durante una serata in un locale

Pubblicato

su

Vladimir Luxuria droga bicchiere a CartaBianca

Durante la consueta puntata di #Cartabianca, andata in onda mercoledì scorso, Bianca Berlinguer ha avuto modo di dedicare alcuni momenti della trasmissione agli aumenti vertiginosi che sta avendo l’utilizzo del GHB, la così detta “droga dello stupro”. Nello studio, a dialogare sul pericoloso fenomeno sono intervenuti il giornalista Andrea Scanzi, la direttrice dell’Unità di FarmacoTossicologia analitica dell’ISS Simona Pichini, la scrittrice Susanna Schimperna e l’opinionista e attivista LGBTQI+ Vladimir Luxuria.

Proprio Luxuria ha voluto raccontare un episodio accadutole nel passato che, a suo dire, avrebbe a che fare con la sostanza: la sua testimonianza.

Il racconto di Vladimir Luxuria: “Sono tornata a casa e non ricordo nemmeno come”

Io non ho mai raccontato questa cosa, Bianca“, in questo modo ha esordito Vladimir Luxuria rivolgendosi alla Berlinguer e introducendo un suo personalissimo racconto. “Mi sono cominciata ad occupare di questa droga parecchi anni fa, prima che venisse riconosciuta come droga. Ho il sospetto che, un po’ di anni fa, qualcuno mi abbia messo questa sostanza in un drink“. La scrittrice e opinionista ha poi proseguito: “Ricordo la situazione: ero in un privé, ho preso un drink, dopodiché il drink l’ho lasciato sul tavolo. Ed è entrata nel privé un’altra persona che mi ha detto che era un mio fan. Ho bevuto questo drink [..] Sono tornata a casa con la mia macchina e non ricordo nemmeno come ho guidato dal locale a casa mia“.

Ha tentato fino alla fine di entrare in macchina

cartabianca Rai ospiti

Il racconto di Vladimir Luxuria prosegue poi con particolari inquietanti, rivelando addirittura un tentativo a posteriori di coercizione della sua volontà: “C’era questa persona che ha tentato fino alla fine di entrare in macchina, ma io ho avuto uno sprazzo di lucidità e ho pensato che dovevo tornarmene a casa. Il giorno dopo io non ricordavo cosa mi fosse successo. Una persona molto famosa mi ha anche detto che ci siamo visti quella sera ma io non ricordo nulla“.