Connettiti con noi

Trend

Codacons contro due giurie di Sanremo 2023: il Tar respinge il ricorso

Niente da fare per il Codacons: il Tar del Lazio respinge il ricorso d’urgenza prima del Festival di Sanremo 2023

Pubblicato

su

codacons sanremo tar

Festival di Sanremo 2023, giurie nel mirino del Codacons: il Tar del Lazio respinge il ricorso

Si viene a capo del problema ben prima dell’inizio del Festival di Sanremo 2023 per quel che riguarda il ricorso d’urgenza presentato dal Codacons al Tar del Lazio e che aveva nel mirino due giurie: quella Demoscopica e la Sala Stampa, Radio e Web. Per l’associazione mancava la trasparenza e veniva meno l’equità nei due casi, ma il Tar ha respinto il ricordo mietendo sul nascere la polemica.

Giuria Demoscopica e Sala Stampa nel mirino

Il Codacons dovrà fare pace con se stesso questa volta visto che il Tar del Lazio ha deciso di respingere il ricorso d’urgenza presentato non più in là di ieri. L’associazione aveva dapprima diffidato e poi si era appellato al Tar parlando di Giuria Demoscopica e Giuria della Sala Stampa, Radio e Web, due entità del Festival di Sanremo 2023. Per l’associazione veniva meno la tutela e la trasparenza nei confronti del pubblico parlando della Giuria Demoscopica, una giuria formata da 300 esperti che hanno un peso nella competizione, ma che non si conoscono e non si sa con quali criteri siano stati scelti.

Il Tar del Lazio respinge il ricorso del Codacons prima del Festival di Sanremo 2023

Discorso diverso invece per la Giuria della Sala Stampa, Radio e Web. In questo caso il Codacons si appellava al principio di equità che sarebbe venuto a mancare nel momento in cui alcuni giornalisti, votanti, avrebbero ascoltato in anteprima i brani e altri no. Questo avrebbe potuto in qualche modo inficiare sulla votazione? “Non sussistono i presupposti per la concessione della tutela cautelare monocratica, poiché la controversia esula dalla giurisdizione del giudice amministrativo. – ha fatto sapere il Presidente della IV sezione del Tar, come riporta AdnKronosEssendo devoluta a quella dell’autorità giudiziaria ordinaria“. Niente da fare dunque per il Codacons che aveva persino chiesto la sospensione immediata delle due giurie, lasciando attivo al Festival di Sanremo 2023 solamente il televoto del pubblico.

Copyright 2023 © riproduzione riservata Lawebstar.it - Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione al n. 26692 Editore e proprietario: Sport Review S.r.l. P.I.11028660014