Connettiti con noi

Attualità

Giorgia Meloni: “Penso alle donne che hanno osato per impeto, per ragione o per amore”, il discorso alla Camera

Giorgia Meloni, debutto a Montecitorio da presidente del Consiglio: il discorso alle donne

Pubblicato

su

Giorgia Meloni Camera

Giorgia Meloni, debutto a Montecitorio da presidente del Consiglio: il discorso alla Camera

Giorgia Meloni è intervenuta quest’oggi alla Camera con un discorso che segna anche ufficialmente il debutto della leader di Fratelli d’Italia in quel di Montecitorio in veste di presidente del Consiglio, prima donna a ricoprire questo ruolo in Italia. Una responsabilità importante quella che ha ora sulle spalle la Meloni e che non ha mancato, nel suo lungo discorso, di puntualizzare proprio questo aspetto.

Giorgia Meloni: prima donna presidente del Consiglio in Italia

Giorgia Meloni è la prima donna presidente del Consiglio che l’Italia abbia visto, e badate bene: presidente del Consiglio, non premier. Il suo esordio a Montecitorio, per il suo primo discorso alla Camera, è durato circa 90 minuti e sono stati tanti gli argomenti toccati dalla Meloni. Non tralascia nulla, dagli obiettivi già raggiunti agli obiettivi da raggiungere, ma soprattutto non manca di rendere omaggio proprio all’unicità di essere la prima donna a ricoprire questo ruolo.

“Penso alla responsabilità che ho di fronte a tante donne”

Tra i tanti pesi che sento gravare sulle mie spalle oggi, non può non esserci anche quello di essere la prima donna a capo del governo in questa Nazione. – queste alcune delle parole della Meloni – Quando mi soffermo sulla portata di questo fatto, mi ritrovo inevitabilmente a pensare alla responsabilità che ho di fronte alle tante donne che in questo momento affrontano difficoltà grandi e ingiuste per affermare il proprio talento o il diritto di vedere apprezzati i loro sacrifici quotidiani“.

Il ringraziamento alle donne che hanno fatto e che fanno l’Italia: “Spero di riuscire a farlo anche io”

Forte e particolarmente significativa la metafora a cui ricorre per rendere ancor più chiara l’idea del significato di questa svolta. “Penso anche, con riverenza – ha aggiunto – a coloro che hanno costruito con le assi del proprio esempio la scala che oggi consente a me di salire e rompere il pesante tetto di cristallo posto sulle nostre teste“. Il riferimento, come spiega successivamente, è alle donne che hanno “osato per impeto, per ragione o per amore“. Segue un lungo elenco di donne che la Meloni ha voluto omaggiare e tra i nomi fatti ci sono quelli di Cristina Trivulzio, Alfonsina Strada, Maria Montessori, Grazia Deledda, Tina Anselmi, Rita Levi Montalcini, Oriana Fallaci per arrivare a Marta Cartabia, Elisabetta Casellati, Samantha Cristoforetti. “Grazie, grazie per aver dimostrato il valore delle donne italiane – sempre la Meloni – come spero di riuscire a fare anche io“.

LaWebstar Copyright © 2021 Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione al n. 36461 Editore e proprietario: Sima Editore s.r.l.s.