Connettiti con noi

PROGRAMMI

Isabella e Michele, la caduta di stile durante l’uscita: “Mi ha mortificato”

Un “errorino” per lui, mancanza di galanteria per lei: l’incompatibilità regna sovrana a Uomini e Donne

Pubblicato

su

Isabella Ricci a Uomini e Donne

La dama di Uomini e Donne Isabella è tornata quest’oggi a sedersi al centro dello studio per parlare della sua prima uscita (e anche ultima) con il cavaliere Michele, sceso dalle scale appositamente per corteggiarla nel corso di una delle ultime puntate. Una prima uscita conoscitiva per i due che però non ha fatto decollare il rapporto tra i due anzi, non ha fatto altro che rendere ancora più palpabile la loro incompatibilità.

Isabella e Michele: incompatibilità a corte

Il primo a prendere la parola sulla loro serata insieme è Michele, ammettendo di aver commesso forse qualche piccolo errore che ha guastato sulla resa finale della cena. Un errorino per lui, un erroraccio per Isabella che non ha potuto fare a meno che raccontare per filo e per segno l’accaduto. “Ci siamo raccontati un po’, l’ho ascoltata molto, era spontanea. Ho fatto un paio di errorini dovuti all’inesperienza, ha giocato tantissimo l’emozione, ho sbagliato e ho chiesto scusa. Ho chiesto a Isabella se mi poteva aiutare, le ho chiesto dove potevamo andare la sera fuori… mi ha mortificato“. Interrompe però la narrazione del cavaliere Isabella stessa che, al centro dello studio, racconta la sua versione.

La versione di Isabella: “A te non piaccio, a me non piaci”

Michele a Uomini e Donne

L’altra volta, a trasmissione finita, mentre aspettavamo di togliere i microfoni si è avvicinato e pensavo volesse dirmi una cosa carina, invece la prima cosa che mi ha chiesto è stata ‘chi pensa al taxi?’, la seconda ‘chi pensa alla cena?’“. La dama manifesta dunque un po’ di risentimento per quell’approccio a suo dire molto poco cavalleresco: “Magari pretendo troppo ma c’è stato un momento in cui ho chiesto da bere e io a cena bevo vino, lui mi dice ‘io bevo solo acqua’. Mi arriva la bottiglia e dopo un po’ mi dice ‘ti posso chiedere un grande piacere? Vorrei un po’ di vino’, ed io ho chiesto un altro bicchiere servendogli il vino“, ha proseguito la dama. “La cena poi è finita e mi fa ‘ma chi paga?“, e visto che l’ho visto imbarazzato gli ho risposto ‘ non ti preoccupare lo metto sul mio conto e ciao’“, e per me è finita“. Insomma, nessun margine per una seconda uscita alla luce forse anche di una forte incompatibilità e una velata antipatia che ha diviso i due ai lati dello studio al grido della dama: “A te non ti piaccio, a me non mi piaci“.

Advertisement

Più Programmi

Advertisement

LaWebstar Copyright © 2021 Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione al n. 36461 Editore e proprietario: Sima Editore s.r.l.s.