Connettiti con noi

GOSSIP

Katia Ricciarelli e Pippo Baudo: 36 anni fa l’Italia si fermava per il loro matrimonio

Era il 18 gennaio 1986 e Katia Ricciarelli e Pippo Baudo erano sposi d’Italia

Pubblicato

su

Katia Ricciarelli e Pippo Baudo

Katia Ricciarelli e Pippo Baudo: 36 anni fa il loro matrimonio

Per Katia Ricciarelli, ora protagonista del Grande Fratello Vip, oggi, martedì 18 gennaio, non è solamente il giorno del suo compleanno ma una data importante per la sua vita, quella parentesi durata 18 anni, dal 1986 al 2004, al fianco di Pippo Baudo. Era infatti il 18 gennaio del 1986 quando Katia Ricciarelli e Pippo Baudo volavano a nozze sotto agli occhi emozionati dell’Italia intera che insieme a loro sognò e fantasticò su quell’amore poi definitivamente finito con il divorzio nel 2007.

Katia Ricciarelli e Pippo Baudo sposi a Militello dove ad attenderli ci fu un “muro umano”

Era il 18 gennaio del 1986, le 10 e 30 del mattino circa, quando al municipio di Militello, in provincia di Catania, Katia Ricciarelli e Pippo Baudo si univano in matrimonio. Un giorno felice per la coppia che coronava il suo amore e ancor più felice per Katia Ricciarelli che proprio in quel 18 gennaio del 1986 festeggiava il suo compleanno, 40 anni compiuti con un bouquet in mano al fianco di quello che sperava fosse il suo grande amore, quello del per sempre. Ai tempi, La Repubblica, così scriveva parlando del loro matrimonio in corso: “Ammesso che riescano a fendere il commosso muro umano che dall’alba blocca le strade pericolanti, Pippo e Katia si sposeranno“. Un muro umano a descrivere l’affollamento, il numero di persone che aveva deciso di festeggiare per le strade di Militello l’amore di quella coppia lirico-televisiva che in televisione aveva fatto innamorare e sognare dei reali.

Ricciarelli e Baudo, come due reali d’altri tempi: l’Italia in festa, l’abito usato di lui e la pelliccia di lei

La copertina del settimanale Oggi del 1986

Non era infatti solamente il matrimonio tra due comuni e noti personaggi pubblici ma era il matrimonio per eccellenza, quello tra due dei volti più amati della televisione e delle copertine dei settimanali, quello tra due simboli nazionali. Un colpo di fulmine quello tra Baudo, allora cinquantenne, e Katia appena 40enne. Un matrimonio celebrato “in fretta e furia” tanto forte era il desiderio di creare ai tempi una famiglia, doverosamente celebrato in municipio alla luce del divorzio di lui e in quel di Militello Pippo Baudo e Katia Ricciarelli non erano che due festosi e antenati di William e Kate con tanto di bomboniere, tazze, tovaglioli venduti fuori dal Municipio con i loro nomi. A quel matrimonio presero parte, oltre ai pochissimi intimi tra amici stretti e familiari, oltre 150 giornalisti pronti a scrivere pagine di inchiostro per quella giornata destinata a essere storica. Abito grigio non nuovo ma già indossato per Baudo, elegante e principesco per “stirpe”, abito corto color panna impreziosito dalla pelliccia quello della Ricciarelli, la giovane di Rovigo che nella vita aveva dovuto conquistarsi tutto. Finita la cerimonia, i festeggiamenti continuarono nel sibaritico Santa Tecla Palace Palace di Acireale tra ricche pietanze sicule. Subito dopo il matrimonio, al mattino seguente, la coppia di sposi aveva dovuto lasciare quasi subito la Sicilia alla volta di Mosca, volenterosi di festeggiare la loro luna di miele tra impegni quali concerti per lei, apparizioni in programmi televisivi per lui.