Connettiti con noi

LIBRI

L’inconfondibile odore di libro vecchio: non è solo piacere, è chimica

Cosa si cela dietro quell’inconfondibile odore che solamente i libri vecchi sanno rilasciare?

Pubblicato

su

odore libro vecchio

L’odore di libro vecchio è una questione di chimica

Usando le stesse parole di Donatella Rettore, l’inconfondibile e piacevole odore di libro vecchio è una questione di chimica. Quante volte, in una biblioteca ma anche tra le vie di un mercatino dell’usato, sfogliando un vecchio libro impolverato, prima ancora di leggerlo lo abbiamo annusato. Un odore che si può definire inconfondibile, intenso, ben immagazzinato nella mente: è il profumo di un libro vecchio, un profumo che sa di vita vissuta da pagine di carte. Non una sola sensazione ma una mera, come dicevamo, questione di chimica.

Il profumo del vecchio libro è il frutto di una scomposizione chimica

Il primo a “teorizzare” l’odore dei vecchi libri è stato il chimico inglese Andy Brunning, probabilmente affascinato da quell’aroma che aveva un che di particolare. Come è possibile che tutti i libri, invecchiati, rilascino lo stesso odore. Non può essere solamente una questione di percezione: il tempo che scorre sui libri ha un profumo, o ancora meglio, il tempo che scorre permette ai libri di rilasciare un profumo.

Lo studio di Andy Brunning: la lignina, responsabile dell’odore vanigliato

La risposta è la più semplice e chimica che ci si potesse immaginare: il tipico e peculiare odore di libro vecchio, così affascinante e inebriante per i lettori, è il frutto della degradazione che per conseguenza ha il rilascio di composti organici. In particolare, ci riferiamo ad elementi come la cellulosa contenuta nella carta ma anche della lignina, un complesso polimero organico presente nella cellulosa e che è parente della vanillina. Si giustifica così quell’odore vanigliato caratteristico dei libri più anziani. Parliamo dunque di pura scomposizione chimica che rilascia composto organici all’olfatto percettibili: in termini tecnici, idrolisi acida. Ciò non toglie nulla di poetico a quello che accade quando ci troviamo tra le mani una vecchia opera e ci lasciamo inebriare dalla sua fragranza, unica, intensa.

LaWebstar Copyright © 2021 Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione al n. 36461 Editore e proprietario: Sima Editore s.r.l.s.