Connettiti con noi

MUSICA

Mahmood lancia una raccolta fondi per gli sfollati del grattacielo bruciato a Milano

Il cantante Mahmood, su Instagram, ha lanciato una raccolta fondi a scopo benefico per aiutare gli sfollati del grattacielo “Torre del Moro”, di cui egli stesso era inquilino, bruciato lo scorso 29 agosto a Milano.

Pubblicato

su

Mahmood grattacielo Milano raccolta fondi
Ascolta la versione audio dell'articolo

Non tutti possono ricostruire una vita in pochi giorni“. Con queste parole il cantante Mahmood, su Instagram, lancia una raccolta fondi a scopo benefico per aiutare gli sfollati del grattacielo bruciato lo scorso 29 agosto a Milano, fra i civici 32 e 34 di Via Antonini. 

La solidarietà di Mahmood e la raccolta fondi

Mahmood, inquilino della “Torre del Moro”, grattacielo in via Antonini ingoiato dalle fiamme nell’incendio di pochi giorni fa, ha deciso di spendersi in prima persona per aiutare le circa settanta famiglie rimaste senza casa dopo il devastante propagarsi delle fiamme nell’edificio. Tramite una storia apparsa sul suo profilo Instagram, il cantante ha cercato di sensibilizzare i suoi follower riguardo la difficoltà per tanti inquilini del palazzo di poter ricominciare dopo che hanno perso i propri effetti personali, condividendo poi nelle stories anche l’Iban di un conto corrente intestato proprio al condominio. Per ora la cifra raccolta si aggira sui 1.500 euro

L’incendio del grattacielo: le testimonianze di Mahmood e Morgan

Tra i primi a scappare dall’edificio c’è stato proprio il celebre cantante ed ex vincitore di Sanremo, Mahmood, riuscito miracolosamente a mettersi in salvo dal suo appartamento al nono piano. Tra i volti noti era presente anche Morgan, che abita in un palazzo immediatamente di fronte alla torre e ha ripreso con il suo smartphone i momenti concitati della fuga dall’inferno che si è ritrovato dinnanzi. Va fortunatamente detto che non ci sono vittime o feriti, nonostante il grattacielo sia interamente abitato e nonostante siano oltre 150 i condomini che vi abitano. Ancora non si conoscono le cause dell’incendio, ma sono già state avviate le indagini da parte delle autorità in modo tale da appurare cosa abbia innescato il caos.