Connettiti con noi

PROGRAMMI

Pierluigi Diaco racconta il suo BellaMa’: come funzionerà il programma

L’entusiasmo del conduttore per la sua nuova creazione televisiva

Pubblicato

su

Pierluigi Diaco Ti Sento

Rai2 propone il confronto generazionale: Pierluigi Diaco conduce BellaMa’

Lunedì 12 settembre esordirà su Rai2 il nuovo programma condotto da Pierluigi Diaco, dal titolo BellaMa’. A raccontare al pubblico tutti i dettagli sul funzionamento della trasmissione è stato il suo stesso ideatore e volto principale, nel corso di un’intervista rilasciata al settimanale Tv Sorrisi e Canzoni.

Dopo mesi di progettazione, il conduttore non vede l’ora di esordire

Innanzitutto, Pierluigi Diaco è al settimo cielo. Dopo le lunghe fatiche spese nella creazione del format, ora è pronto a godersi i frutti del suo lavoro: “I casting sono iniziati a maggio, i provini a giugno, la campagna digital Rai ad aprile ed è il quarto format che ho l’onore di produrre internamente alla Rai dopo Io e te, Io e te di notte e Ti sento”.

Le 3 fasi del programma: il quiz, l’intervista e l’arena

BellaMa’ sarà dunque un programma a sua immagine e somiglianza, studiato attentamente nelle fasi principali che lo compongono. A rivelare tutti i dettagli in merito è stato proprio Pierluigi Diaco: “Apriremo con un quiz, diviso in 3 manche, molto originale e dal valore divulgativo. Nella seconda parte ci sarà un ospite. Sarà un’intervista corale, non un faccia a faccia con me. Infine ci sarà l’arena dove tratteremo un tema che metterà a confronto le diverse generazioni e che si ispira alla prima versione di Amici in cui Maria De Filippi si confrontava con il talento oratorio dei ragazzi”. Pierluigi Diaco si è sbottonato anche riguardo alla prima puntata: “Avremo Iva Zanicchi e il primo tema sarà ‘A cosa serve la scuola'”.

BellaMa’: come Pierluigi Diaco ha scelto il nome

Il nome del programma è stato scelto dal conduttore dopo un sondaggio effettuato davanti ad una scuola, dove ha chiesto direttamente ai ragazzi quale nome preferivano tra BellaMa’ e SciallaMa. Proprio di giovanissimi, Diaco ha voluto circondarsi anche in studio, ma non crede che il suo nuovo programma possa parlare solo a loro: “Non penso che i programmi possano essere rivolti a target specifici, io mi rivolgo a tutti, la tv è un mezzo inclusivo”.

LaWebstar Copyright © 2021 Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione al n. 36461 Editore e proprietario: Sima Editore s.r.l.s.