Connettiti con noi

PROGRAMMI

Raz Degan, i soldi dietro al “no” al GF Vip 6: questioni di cachet?

Quel post così “violento” cela in realtà una trattativa economica andata in fumo?

Pubblicato

su

raz degan dietro al no al grande fratello ci sono i soldi

Raz Degan ha scagliato sul Grande Fratello Vip 6 un bel fulmine a ciel sereno con quel post su Instagram denigratorio che faceva intendere come a nessun prezzo sarebbe stato disposto ad accettare la proposta di diventare un concorrente ufficiale del programma. Ora però, rovistando nei suoi meandri, DavideMaggio.it sarebbe venuto a conoscenza di un retroscena che andrebbe a cambiare i connotati dell’accaduto.

Raz Degan e il posto contro il Grande Fratello Vip

E se non fosse Raz Degan ad negarsi ma fosse stato Alfonso Signorini a dire ‘grazie e arrivederci’? Nel mondo delle trattative pre-reality si sa, tutto è più che possibile anche ciò che a primo impatto può sembrare inverosimile. Chi sgomita per farsi largo davanti alla porta rossa, chi supplica e lancia appelli da ogni trasmissione da anni, chi invece si nega e si è sempre negato e poi… chi non la racconta tutta. Potrebbe essere quest’ultima la “fascia” di Raz Degan che è parso molto, troppo quasi “fuoriluogo” in quel suo commento così denigratorio nei confronti del Grande Fratello Vip 6. Quasi come se ci fosse qualcosa dietro.

L’ombra della trattativa sfumata per il cachet

Secondo DavideMaggio.it, quel “qualcosa dietro” si chiamerebbe “soldi”. Sembra insomma che più che una smentita o una frecciatina a titolo gratuito, Raz Degan sia intervenuto così duramente per mettere in chiaro che non parteciperà al Grande Fratello Vip 6 non tanto per mettere a tacere una fake news quanto più per sottolineare che non ci andrà nonostante, forse, ad un certo prezzo l’avrebbe fatto. Alle spalle del post ci sarebbe secondo Davide Maggio una trattativa andata in fumo e la richiesta da 500mila euro di cachet per 30 giorni da concorrente al Grande Fratello Vip che Alfonso Signorini avrebbe elegantemente declinato, salutando Raz Degan. Che ci potesse essere “puzza di marcio”, a ragion del post che parlava di “spazzatura”, un po’ lo si era intuito.

Advertisement

Più Programmi

Advertisement