Connettiti con noi

GOSSIP

Tommaso Zorzi fa il test dell’HIV: “É importante conoscere il proprio status”

Le parole dell’ex gieffino su un tema estremamente delicato ed ancora tabù

Pubblicato

su

tommaso zorzi HIV

Tommaso Zorzi: le parole dell’ex gieffino sul delicato tema dell’HIV

Tommaso Zorzi, in occasione della giornata internazionale per la lotta all’HIV, ha voluto fare un test proprio a proposito di ciò, e non solo. La giornata cade nel giorno 1 dicembre, e Zorzi ha voluto mostrare una parte particolarmente vera di sé, che può essere di grande aiuto anche a tante altre persone. E non solo le persone sieropositive.

“Di HIV non si muore più grazie a un farmaco che si può prendere per il resto della vita”

Tommaso Zorzi nelle sue Instagram stories ha parlato di HIV, rivelando di aver fatto un test, valido anche per la sifilide. Queste le parole dell’ex gieffino: “É importante conoscere il proprio status, l’HIV non si può curare però grazie ai farmaci la sua carica può arrivare a zero e diventare non trasmissibile. La sifilide si può curare ma per poterla curare bisogna sapere di averla”.

Zorzi, come Ciacci al GF Vip a suo tempo, ha poi ribadito: “Di HIV non si muore più grazie a un farmaco che si può prendere per il resto della vita. Una persona sieropositiva sotto terapia se va a letto con una persona che non è sieropositiva non trasmette il virus, questo deve essere scritto nella pietra“. Queste parole, che andrebbero intese solo per il senso di spinta verso una consapevolezza, sono però state travisate da alcuni utenti.

L’attacco degli haters: “Solo perché fa sesso occasionale”

Immediato l’attacco di un hater alle parole di Zorzi sull’HIV. Nello specifico sul test che l’ex gieffino ha fatto: “Solo perché fa sesso occasionale“. Questa la replica di Tommaso: Vedete qual è il problema? Una persona associa un sieropositivo a un poco di buono, una persona molto libera dal punto di vista sessuale. Non è così, basta un rapporto per diventare sieropositivi”.

Ancora: “Una volta con quello sbagliato e capita anche a te ma questo è lo stigma che c’è dietro questo virus che bisogna combattere perché sentirsi dire certe cose mi fa cadere le ginocchia. Detto a una persona che si controlla, dovresti dirmi semplicemente grazie.” Zorzi ha infatti chiosato, sul motivo del test: “Faccio il test perché tengo alla mia salute e a quella degli altri“.

LaWebstar Copyright © 2021 Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione al n. 36461 Editore e proprietario: Sima Editore s.r.l.s.