Connettiti con noi

TV e SPETTACOLO

Chi è RuPaul: la drag queen più famosa del mondo e “papà” di Drag Race

Tutto sulla mente da cui è nato lo show internazionale Drag Race

Pubblicato

su

RuPaul photo

RuPaul, nome d’arte di RuPaul Andre Charles è tante cose: cantante, attore, personaggio televisivo e conduttore televisivo, doppiatore statunitense ma, soprattutto, è la più famosa drag queen del mondo. Il suo successo ha cavalcato gli anni ’90 e i duemila, arrivando ai nostri giorni con tutta la forza della sua personalità, sempre protesa all’inclusività e alla lotta della misoginia, oltre ad averlo reso icona vivente del movimento drag.

RuPaul: chi è il creatore di Drag Race

RuPaul nasce nel 1960, e già il suo nome di battesimo racchiude una piccola curiosità.  La madre Ernestine “Toni” Charles lo scelse rifacendosi al roux, ingrediente base del gumbo e di altri piatti americani. A 15 anni Ru si trasferisce ad Atlanta per poter studiare arti performative, arrivando a debuttare nel 1982 all’interno del programma The American Music Show. In contemporanea diventa noto all’interno dei club della città come cantante e gogo dancer, un tipo di danza erotica in abiti succinti.

Il suo successo esplode negli anni ’90, conseguentemente al trasferimento a New York: proprio nella Grande Mela Ru diviene popolarissimo come drag queen. In questo arco di tempo, nel 1993, arriva il suo album Supermodel of the World, che entra addirittura nella classifica statunitense Billboard 200. Grazie al disco entra in contatto e collabora con star del calibro di Lil’Kim, Brigitte Nielsen, Lucy Lawless ed Elton John, con cui canta la cover del brano Don’t Go Breaking My Heart, portandolo anche al Festival di Sanremo insieme all’artista inglese. L’esibizione farà conoscere RuPaul in Italia e da questo momento in poi il termine drag queen diventerà di uso comune anche nel Bel Paese.

RuPaul events photo
RuPaul durante i Critics‘ Choice Awards

Nel ’96 conduce per due stagioni il talk/variety The RuPaul Show, famoso soprattutto per essere stato uno dei primi condotti da un personaggio dichiaratamente omosessuale. Allo show hanno preso parte star iconiche dello spettacolo, come i Nirvana, Cher e Olivia Newton John. Nel 1998, poi, duetta con Martha Wash delle The Weather Girls, con cui si esibisce nella cover di It’s Raining Men, intitolata It’s Raining Men… The Sequel.

Gli anni 2000 e il successo di RuPaul con Drag Race

Con l’avvento del Nuovo Millennio, RuPaul lancia nel 2009 il suo programma, RuPaul’s Drag Race, che ben presto diventa un fenomeno internazionale. Il reality, presto anche in Italia condotto da Tommaso Zorzi, prevede un meccanismo simile ad America’s Next Top Model, dove però sono le drag queen a sfidarsi a suon di esibizioni e prove ad eliminazione. Il successo è tale che lo show continua per ben 14 edizioni, rendendolo una pietra miliare dell’intrattenimento esportato in tutto il mondo, come in Regno Unito, in Cile e in Canada.

Grazie a RuPaul’s Drag Race, l’artista vince ben 4 Emmy Award, mentre nel 2017 è stato incluso nella speciale classifica del Time come una delle 100 persone più influenti del mondo. Nel 2018 ha ricevuto una stella sulla Hollywood Walk of Fame, diventando la prima drag queen a riceverla mentre, instancabile, nel 2019 è al timone di RuPaul’s Drage Race UK, versione britannica del suo reality.

RuPaul, dal suo account personale, si prepara per un’esibizione. Fonte: Instagram

Advertisement

Più Tv e Spettacolo

Advertisement