Connettiti con noi

PROGRAMMI

Davide Mengacci “boccia” Anna Tatangelo: “Avrei optato per Barbara d’Urso”

Davide Mengacci “boccia” la decisione di Mediaset di porre una cantante al timone di Scene da un matrimonio

Pubblicato

su

davide mengacci e anna tatangelo

Davide Mengacci non ha “buone nuove” per Anna Tatangelo. La cantante sarà conduttrice di Scene da un matrimonio, tutt’altro che un format nuovo di zecca ma l’unica soluzione valida che Mediaset ha reputato adatta per andare a sciogliere il nodo della domenica che prevedeva una “sostituta” per Barbara d’Urso. Se è vero che l’infotainment non paga più come qualche anno fa ora a raccogliere gli ascolti dovrà essere la cantante e i suoi matrimoni sulla scia di un programma già noto e che già ha avuto un conduttore, Davide Mengacci stesso.

Scelte azzardate e bulimia di idee tra gli autori: il punto di vista di Mengacci sul nuovo impegno della Tatangelo.

Davide Mengacci “boccia” la Tatangelo

Anche Davide Mengacci, nonostante le corsie preferenziali per le “novità” ha scoperto che il suo storico programma sarebbe tornato sul piccolo schermo così, dai giornali. Scende da un matrimonio, il programma che si è aggiudicato la domenica pomeriggio di Canale5 su Mediaset a partire dal prossimo autunno assieme ad Anna Tatangelo, è tutt’altro che un programma televisivo “nuovo”: era infatti il 1994 quando Davide Mengacci portava in onda Scende da un matrimonio nel miniformato da 24 minuti a puntata. Eppure nemmeno Mengacci sapeva che il cavallo di ritorno, sarebbe tornato: “L’ho saputo dai quotidiani – svela Mengacci al settimanale Nuovo TvNon sono stato interpellato“.

Nutre non pochi dubbi l’ex celebre conduttore di Scene da un matrimonio nei confronti della sua riproposizione in questa veste ma fa ugualmente i complimenti e gli auguri alla Tatangelo a cui passa “virtualmente il testimone“. Parlando proprio della Tatangelo però, Mengacci sembra nutrire forti dubbi: “Io non avrei osato – dichiara in relazione alla decisione di porre una cantante al timone di un programma al posto di una conduttrice – Avrei fatto una scelta diversa, avrei optato per una conduttrice più tradizionale come Barbara d’Urso“. Fa poi notare Mengacci la difficoltà di doversi scontrare contro Mara Venier: “Penso che si troverà in una situazione difficile“.

La tv “vittima” di poche idee

In realtà però Mengacci sembra sollevare dubbi più in generale sulla decisione di riportare in tv un vecchio programma allungandolo e senza “rivederlo” in chiave moderna: “Non mi pare una scelta azzardata – chiosa sulla durata spingendosi poi nella ricerca di un motivo per il quale in tv tornino sempre più spesso vecchi format – La Tv soffre di due malattie: la mancanza di idee da parte degli autori e la paura delle reti di puntare su nuovi programmi per i quali è difficile immaginare quale sarà il riscontro del pubblico“.

Advertisement

Più Programmi

Advertisement

LaWebstar Copyright © 2021 Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione al n. 36461 Editore e proprietario: Sima Editore s.r.l.s.