Connettiti con noi

PROGRAMMI

Guenda Goria entra al GF Vip in difesa del padre Amedeo: “Chiedi scusa e dai l’esempio”

Guenda Goria entra al GF Vip per difendere il padre Amedeo ed è un fiume in piena

Pubblicato

su

Guenda Goria gfvip

Alla luce delle tante accuse piovute su Amedeo Goria, accusato di aver superato ogni limite nei confronti di Ainett Stephens assumendo atteggiamenti più che discutibili, Guenda Goria ha deciso di fare un ingresso lampo nella casa del reality per redarguire il padre ma anche per scagliarsi contro chiunque abbia osato accusarlo e massacrarlo ricorrendo a termini quali “molestie” e “violenza”.

Guenda Goria entra nella Casa

Sappi che io ti sostengo e ti difendo“, sono state tra le prime parole pronunciate da Guenda Goria entrata nella Casa del Grande Fratello Vip in difesa del padre Amedeo, finito nel mirino della bufera mediatica extra moenia per precedenti atteggiamenti nei confronti di Ainett Stephens con la quale, ad oggi, è tutto risolto. “Tu sai anche che io sono molto attenta ai valori delle donne e sono sempre dalla parte delle donne – prosegue poi però Guenda – I tuoi atteggiamenti che sono risultati un po’ insistenti hanno offeso la sensibilità di alcune donne a casa e per questo io vorrei che tu chiedessi scusa“, ha dichiarato Guenda Goria prima di scaldarsi.

Guenda Goria: lo sfogo contro il web

Il tono del monologo della Goria, di fronte al padre immobile per il freeze, è infatti poi di molto cambiato quando è arrivato il momento di difenderlo dalle migliaia di accuse arrivate soprattutto sui social: “Hai una responsabilità, sei un uomo grande, adulto, una grande penna del giornalismo italiano e penso che tu debba dare l’esempio a tanti ragazzi che ci seguono a casa“. E ancora: “Tu fai attenzione a tuoi comportamenti ma credo che una certa parte del web e anche del giornalismo non si debba permettere di utilizzare dei termini così forti – si arrabbia in diretta la figlia di Goria – Perché le parole hanno un peso. E quando si parla di argomenti così importanti e che sono una piaga sociale bisogna trattarli con intelligenza e anche approfondendo perché bisogna parlare delle cose e non soltanto massacrare le persone soprattutto a prescindere“. Parole che arrivano a difesa del padre accusato di “molestia sessuale” e “violenza” sui social: “Sono arrabbiata, molto, con chiunque utilizza queste parole, penso che il web non si possa permettere di utilizzare dei termini così forti“.

LaWebstar Copyright © 2021 Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione al n. 36461 Editore e proprietario: Sima Editore s.r.l.s.