Connettiti con noi

PROGRAMMI

Isola dei Famosi, le pagelle della semifinale: c’è poco da dire se non “o Nicolas o Carmen”

Le pagelle della semifinale dell’Isola di Famosi di Rosaria Cannavò

Pubblicato

su

Le pagelle di Rosaria Cannavò semifinale Isola dei Famosi

Le pagelle dell’Isola dei Famosi: una semifinale giusta e ingiusta

Dopo mesi e mesi di lotta per la sopravvivenza, ieri sera è andata in onda la penultima puntata dell’Isola dei Famosi, la semifinale (e non mancano le pagelle). Per puntualità, la 100esima puntata del reality in era Mediaset. Tra liti, lacrime e quasi promesse d’amore siamo giunti alla fine di questa edizione, il momento decisivo in cui si è giocata la qualificazione della finalissima già guadagnata da Nicolas Vaporidis. Edoardo Tavassi purtroppo abbandona il gioco per un problema medico serio al ginocchio (con tanta amarezza da parte di Guendalina) la lesione di un legamento. Fuori dunque un favorito alla vittoria e non resta che addentrarci nell’analisi della puntata con promossi e bocciati tra coloro che “hanno resistito”. Chi per mesi, chi per qualche settimana.

I promossi della penultima puntata: le pagelle dell’Isola dei Famosi

Sicuramente promossa Ilary Blasi: la conduttrice non perde lo smalto nemmeno sul finale e riesce a permeare i collegamenti Italia-Honduras di ironia. Sempre spontanea, nel bene e nel male, non si tira mai indietro, soprattutto quando oggetto del divertimento è se stessa. Alla Blasi non si può mai dare meno di 10. Eccellenti opinionisti sono poi Nicola Savino e Vladimir Luxuria: la battuta è sempre pronta, un gioco perfetto di sinergie con la conduttrice. La coppia d’oro dell’Isola non tentenna nemmeno di fronte al confronto pubblico tra Lory Del Santo e Marco Cucolo. “Sembra una scena di The Lady“, commenta Savino, e non manca l’eco della risata di Luxuria. Voto 9, a tutti e due.

Nicolas, Edoardo e Carmen: voti altissimi per i veterani dell’edizione

Voto 8 d’ufficio a Nicolas Vaporidis, in finale da tempo: nonostante le critiche, continua il suo percorso a testa alta l’attore che si commuove a più riprese per l’abbandono dell’amico Edoardo. Un Tavassi che, costretto (forse più del dovuto?), ad abbandonare il gioco ne esce comunque trionfante. Che Isola sarebbe stata senza i/il Tavassi? Ci ha fatto ridere, sorridere e commuovere sin dalla sua entrata in scena. Non tutti se lo aspettavano, ma noi un po’ sì: voto 9, solo perché non è riuscito ad arrivare in finale sulle sue gambe. Voto 10, altissimo, anche per la veterana Carmen Di Pietro, molto poco quotata in partenza. Col passare delle settimane la Di Pietro, tra scivoloni linguistici e gesti bizzarri, non solo è riuscita a entrare nel cuore del pubblico ma ha superato se stessa e gli altri, sopravvivendo all’Honduras e al televoto, colpo su colpo.

Estefania e Maria Laura: due delusioni, e menomale che c’era la benedizione della d’Urso

Mercedesz e Maria Laura all'Isola

Estefania Bernal non supera la prova dell’Isola dimostrando di essere sì molto bella, ma di saper ballare molto poco. La Bernal viene eliminata in semifinale ed è un risultato che nessuno contesta. Dalle accuse di falsità alla “storia d’amore” con Roger Balduino, una messinscena fatta e finita, più un’opera d’arte che una prova di autenticità. Il voto è basso e non arriva alla sufficienza per una che in Honduras ci è stata dal principio. Maria Laura De Vitis entra in corsa dopo aver vinto La Pupa e il Secchione Show, battezzata dalla d’Urso che le chiede: “Non farmi fare brutta figura”. Figura però non troppo splendente per la De Vitis, dapprima grande amica di Mercedesz ma pronta poi a “pugnalarla”. Poteva fare di più e soprattutto poteva evitare di parlare alle spalle di un’amica… e per fortuna che è una sua amica! Voto 5, risicato.

Luca Daffrè non pervenuto ma comunque in finale: le pagelle non mentono

Chissà, se fosse entrato al principio probabilmente avrebbe fatto coppia “da copertina” insieme a Estefania. Non supera il 4 il voto per Luca Daffrè, in finale anche se non si sa molto né troppo bene come. Complice il suo fisico e il suo “curriculum” instagrammabile, toccato dalla bacchetta magica di Carmen Di Pietro che lo ha “protetto” con la sua ala e l’etichetta da toy boy. Ancora oggi però non abbiamo sentito in modo chiaro la sua voce.

Nick Luciani, il 6 è d’ufficio solo per mano della Dea Bendata che lo accarezza e dagli inferi di Playa Sgamada lo riporta in vita, regalandogli una finale di certo non scritta. E se Nick è da 6, da 7 deve essere Mercedesz: tra le più “attive” tra le naufraghe entrate in corsa, Edoardo Tavassi la cuoce sotto il sole delle Honduras. Non convincono molto le sue lacrime sul finale per la finale, ma in fondo almeno un po’ se l’è meritata.