Connettiti con noi

Cinema e Teatro

Oscar 2022, tutto sulla notte delle stelle: quando si tiene la cerimonia e i candidati

Tutto sulla cerimonia in programma per il 27 marzo

Pubblicato

su

Oscar 2022

Cerimonia degli Oscar 2022: data, conduttori e nomination

L’annuale cerimonia dei premi Oscar, ovvero gli Academy Awards, si terrà il 27 marzo 2022. Il più prestigioso evento cinematografico del mondo, conosciuto anche come notte delle stelle, si svolgerà per la 94esima volta nella storia, all’interno del Dolby Theatre di Los Angeles. Le categorie premiate sono 23, alle quali si aggiungono i 3 Oscar onorari e il premio umanitario Jean Hersholt. L’edizione degli Oscar 2022 assegnerà anche un premio al film più popolare votato dal pubblico sul social network Twitter.

Scopriamo insieme i conduttori della cerimonia e i candidati al premio in ciascuna delle categorie premiate.

Premi Oscar 2022: i conduttori della serata evento

La 94esima edizione degli Academy Awards avrà nuovamente un trio di conduttori “tradizionali”, dopo che per 3 anni questa figura è stata eliminata. La cerimonia 2022 sarà così presentata da Wanda Sykes, Amy Schumer e Regina Hall. Tre donne, attrici e comiche, che daranno un volto tutto femminile ai Premi Oscar.

Dove si svolge la premiazione degli Oscar 2022?

Come accade dal 2002, la cerimonia di premiazione avviene all’interno del Dolby Theatre di Hollywood (Los Angeles). Il teatro, da 3400 posti, è stato creato sul progetto dell’architetto David Rockwell e in precedenza aveva il nome di Kodak Theatre grazie ad un accordo di sponsorizzazione siglato con la multinazionale tecnologica statunitense.

Dolby Theatre Los Angeles Hollywood Ocar 2022

Quali sono le categorie premiate agli Oscar?

Dopo le modifiche effettuate negli ultimi anni, che hanno portato alla fusione dei premi al miglior montaggio sonoro e miglior sono in una categoria unica, le statuette consegnate saranno 23. A queste si aggiungeranno i 3 Oscar onorari (già annunciati e che verranno consegnati a Samuel L. Jackson, Elaine May e Liv Ullmann) e quello umanitario Jean Hersholt (a Danny Glover).

Elenchiamo ora le categorie premiate nell’edizione 2022, con i relativi candidati alla vittoria. Le nomination sono state annunciate l’8 febbraio da Leslie Jordan e Tracee Ellis Ross.

Miglior film

  • Belfast – regia di Kenneth Branagh
  • I segni del cuore – regia di Sian Heder
  • Don’t Look Up – regia di Adam McKay
  • Drive My Car – regia di Ryūsuke Hamaguchi
  • Dune (Part One) – regia di Denis Villeneuve
  • Una famiglia vincente – King Richard – regia di Reinaldo Marcus Green
  • Licorice Pizza – regia di Paul Thomas Anderson
  • La fiera delle illusioni – Nightmare Alley – regia di Guillermo del Toro
  • Il potere del cane – regia di Jane Campion
  • West Side Story – regia di Steven Spielberg

Miglior regista

  • Kenneth BranaghBelfast
  • Ryūsuke HamaguchiDrive My Car
  • Paul Thomas AndersonLicorice Pizza
  • Jane CampionIl potere del cane
  • Steven SpielbergWest Side Story

Miglior attore protagonista

  • Javier BardemA proposito dei Ricardo
  • Benedict CumberbatchIl potere del cane
  • Andrew GarfieldTick, Tick… Boom!
  • Will SmithUna famiglia vincente – King Richard
  • Denzel WashingtonMacbeth

Miglior attrice protagonista

  • Jessica ChastainGli occhi di Tammy Faye
  • Olivia ColmanLa figlia oscura
  • Penélope CruzMadres paralelas
  • Nicole KidmanA proposito dei Ricardo
  • Kristen StewartSpencer

Miglior attore non protagonista

  • Ciarán HindsBelfast
  • Troy KotsurI segni del cuore
  • Jesse PlemonsIl potere del cane
  • J. K. SimmonsA proposito dei Ricardo
  • Kodi Smit-McPheeIl potere del cane

Miglior attrice non protagonista

  • Jessie BuckleyLa figlia oscura
  • Ariana DeBoseWest Side Story
  • Judi DenchBelfast
  • Kirsten DunstIl potere del cane
  • Aunjanue EllisUna famiglia vincente – King Richard

Migliore sceneggiatura originale

  • Kenneth Branagh Belfast
  • Adam McKay (e David Sirota) Don’t Look Up
  • Zach BaylinUna famiglia vincente – King Richard
  • Paul Thomas AndersonLicorice Pizza
  • Eskil Vogt e Joachim TrierLa persona peggiore del mondo

Migliore sceneggiatura non originale

  • Sian Heder I segni del cuore
  • Ryusuke Hamaguchi e Takamasa OeDrive My Car
  • Jon Spaihts e Denis Villeneuve e Eric RothDune (Part One)
  • Maggie Gyllenhaal La figlia oscura
  • Jane Campion Il potere del cane

Miglior film internazionale

  • Drive My Car – regia di Ryūsuke Hamaguchi (Giappone)
  • Flee – regia di Jonas Poher Rasmussen (Danimarca)
  • È stata la mano di Dio – regia di Paolo Sorrentino (Italia)
  • Lunana: a Yak in the Classroom – regia di Pawo Choyning Dorji (Bhutan)
  • La persona peggiore del mondo – regia di Joachim Trier (Norvegia)

Miglior film d’animazione

  • Encanto – regia di Byron Howard e Jared Bush
  • Flee – regia di Jonas Poher Rasmussen
  • Luca – regia di Enrico Casarosa
  • I Mitchell contro le macchine – regia di Mike Rianda e Jeff Rowe
  • Raya e l’ultimo drago – regia di Don Hall e Carlos López Estrada

Miglior montaggio

  • Hank CorwinDon’t Look Up
  • Joe WalkerDune (Part One)
  • Pamela MartinUna famiglia vincente – King Richard
  • Peter SciberrasIl potere del cane
  • Myron Kerstein e Andrew WeisblumTick, Tick… Boom!

Miglior scenografia

  • Patrice VermetteDune (Part One)
  • Tamara DeverellLa fiera delle illusioni – Nightmare Alley
  • Grant Major Il potere del cane
  • Stefan DechantMacbeth
  • Adam StockhausenWest Side Story

Miglior fotografia

  • Greig Fraser Dune (Part One)
  • Dan Laustsen La fiera delle illusioni – Nightmare Alley
  • Ari WegnerIl potere del cane
  • Bruno DelbonnelMacbeth
  • Janusz Kaminski West Side Story

Migliori costumi

  • Jenny BeavanCrudelia
  • Massimo Cantini Parrini e Jacqueline DurranCyrano
  • Jacqueline West e Bob MorganDune (Part One)
  • Luis SequeiraLa fiera delle illusioni – Nightmare Alley
  • Paul TazewellWest Side Story

Miglior trucco e acconciatura

  • Mike Marino, Stacey Morris e Carla FarmerIl principe cerca figlio
  • Nadia Stacey, Naomi Donne e Julia VernonCrudelia
  • Donald Mowat, Love Larson e Eva von BahrDune (Part One)
  • Linda Dowds, Stephanie Ingram e Justin RaleighGli occhi di Tammy Faye
  • Göran Lundström, Anna Carin Lock e Frederic AspirasHouse of Gucci

Migliori effetti speciali

  • Paul Lambert, Tristen Myles, Brian Connor e Gerd NefzerDune (Part One)
  • Swen Gillberg, Bryan Grill, Nikos Kalaitzidis e Dan SudickFree Guy – Eroe per gioco
  • Charlie Noble, Joel Green, Jonathan Fawkner e Chris Corbould No Time to Die
  • Christopher Townsend, Joe Farrell, Sean Noel Walker e Dan OliverShang Chi e la leggenda dei dieci anelli
  • Kelly Port, Chris Waegner, Scott Edelstein e Dan SudickSpider-Man: No Way Home

Miglior sonoro

  • Denise Yarde, Simon Chase, James Mather, Niv Adiri Belfast
  • Mac Ruth, Mark Mangini, Theo Green, Doug Hemphill, Ron Bartlett Dune (Part One)
  • Simon Hayes, Oliver Tarney, James Harrison, Paul Massey, Mark TaylorNo Time To Die
  • Richard Flynn, Robert Mackenzie, Tara WebbIl potere del cane
  • Tod A. Maitland, Gary Rydstrom, Brian Chumney, Andy Nelson, Shawn MurphyWest Side Story

Migliore colonna sonora originale

  • Nicholas BritellDon’t Look Up
  • Hans ZimmerDune (Part One)
  • Germaine FrancoEncanto
  • Alberto IglesiasMadres paralelas
  • Jonny GreenwoodIl potere del cane

Migliore canzone originale

  • Be Alive (musiche e testo di Beyoncé e DIXSON) – Una famiglia vincente – King Richard
  • Dos Oruguitas (musiche e testo di Lin-Manuel Miranda) – Encanto
  • Down to Joy (musiche e testo di Van Morrison) – Belfast
  • No Time To Die (musiche di Billie Eilish; testo di Billie Eilish e Finneas O’Connell) – No Time To Die
  • Somehow You Do (musiche e testo di Diane Warren) – Quattro buone giornate

Miglior documentario

  • Ascension – regia di Jessica Kingdon, Kira Simon-Kennedy e Nathan Truesdell
  • Attica – regia di Stanley Nelson e Traci A. Curry
  • Flee – regia di Jonas Poher Rasmussen, Monica Hellström, Signe Byrge Sørensen e Charlotte De La Gournerie
  • Summer of Soul – regia di Questlove, Joseph Patel, Robert Fyvolent e David Dinerstein
  • Writing with Fire – regia di Rintu Thomas e Sushmit Ghosh

Miglior cortometraggio documentario

  • Audible – regia di Matthew Ogens e Geoff McLean
  • Lead Me Home – regia di Pedro Kos e Jon Shenk
  • The Queen of Basketball – regia di Ben Proudfoot
  • Three Songs for Benazir – regia di Elizabeth Mirzaei e Gulistan Mirzaei
  • When We Were Bullies – regia di Jay Rosenblatt

Miglior cortometraggio

  • Ala Kachuu – Take and Run – regia di Maria Brendle e Nadine Lüchinger
  • The Dress – regia di Tadeusz Łysiak e Maciej Ślesicki
  • The Long Goodbye – regia di Aneil Karia e Riz Ahmed
  • On My Mind – regia di Martin Strange-Hansen e Kim Magnusson
  • Please Hold – regia di K.D. Dávila e Levin Menekse

Miglior cortometraggio d’animazione

  • Affairs of the art – regia di Joanna Quinn e Les Mills
  • Bestia – regia di Hugo Covarrubias e Tevo Díaz
  • Boxballet – regia di Anton Dyakov
  • Robin Robin – regia di Dan Ojari e Mikey Please
  • The Windshield Wiper – regia di Alberto Mielgo e Leo Sanchez

Come vedere la cerimonia degli Oscar 2022

La 94esima edizione dei premi Oscar sarà visibile in Italia su Sky Cinema, la notte tra domenica 27 e lunedì 28 marzo a partire dalle 00.15. La cerimonia degli Academy Awards sarà trasmessa anche su NOW.

L’Italia agli Oscar 2022: da Paolo Sorrentino a Romina Power

Grande attesa per le candidature italiane: agli Oscar 2022 è infatti in corsa per un premio È stata la mano di Dio, il film autobiografico del regista Paolo Sorrentino. Nella categoria Migliori costumi, l’Italia è rappresentata invece da Massimo Cantini Parrini (per Cyrano), già candidato nel 2021 per il film Pinocchio.

Spazio anche per Romina Power, presente con un cammeo nel film di Guillermo del Toro La fiera delle illusioni, remake della storica pellicola con protagonista Tyrone Power. Infine troveremo, anche se marginalmente, Gianni Morandi. Due sue canzoni sono parte della colonna sonora del film d’animazione Luca, ambientato in Liguria.

L’annuncio delle candidature ai premi Oscar 2022

CONTINUA A LEGGERE SU LAWEBSTAR.IT

LaWebstar Copyright © 2021 Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione al n. 36461 Editore e proprietario: Sima Editore s.r.l.s.