Connettiti con noi

TV e SPETTACOLO

Sanremo 2022, 3 parole per un Festival da record: entusiasmo, leggerezza, gentilezza

Finito il Festival, rimane il desiderio di viverne un altro, e un altro ancora

Pubblicato

su

Amadeus Festival di Sanremo 2022

Mahmood e Blanco vincono il Festival di Sanremo 2022

Domani ci dobbiamo svegliare e capire cosa sta succedendo bene, però …ecco…Grazie a tutta l’Italia perché non era scontato ed è una cosa incredibile per noi, davvero“. Queste le parole di Mahmood e Blanco sul palco dell’Ariston dopo essere stati annunciati come vincitori del 72esimo Festival di Sanremo. Una felicità continua in queste ultime ore ed è giunta anche l’ufficialità che Mahmood e Blanco rappresenteranno l’Italia con Brividi all’Eurovision Song Contest 2022 a Torino, giocando in casa. Una vittoria mai messa in discussione: Brividi è stata in testa dal primo giorno, passando di giuria in giuria, dalla Sala Stampa al televoto del pubblico a casa, senza che il primato venisse praticamente mai scalfito. Una canzone che è arrivata subito al cuore della gente.

L’entusiasmo di Gianni Morandi

Nonostante tutto però la scelta del podio a Sanremo 2022 è stata veramente ardua perché la maggior parte delle canzoni in gara, cosa che non accadeva da molti anni, piacevano tantissimo: l’inno alla vita di Elisa, ai sentimenti nelle mille tonalità e sfumature di una voce perfetta; Gianni Morandi il suo Festival lo aveva già vinto, tornato all’Ariston dopo 22 anni spensierato ed entusiasta come un ragazzino che ha saputo tenere testa alle nuove generazioni.

L’irresistibile leggerezza di Sabrina Ferilli

Sul palco l’energia e l’ironia inarrestabile di Sabrina Ferilli, con un monologo ‘finalmente’, oserei dire, sulla semplicità e la leggerezza: “Ma perché la presenza mia dev’esse pe’ forza legata a ‘n problema stasera? Fatemi capì!!”. Queste le parole della Ferilli che hanno fatto sorridere e riflettere al tempo stesso la platea, poi gli applausi. E non sono mancati gli omaggi a due grandissimi artisti: Lucio Dalla e Raffaella Carrà.

La gentilezza di Marco Mengoni

Un susseguirsi di emozioni quelle che ci ha regalato questo Sanremo 2022, con Marco Mengoni che è tornato a calcare il palco del Festival come ospite speciale della serata finale.
Il cantante, che manca all’Ariston da 7 anni, è uno dei grandi nomi della musica italiana che Amadeus è riuscito a portare in questa edizione. L’ultima volta che Mengoni aveva calcato questo palco era stato nel 2014, in qualità di ospite, esattamente a un anno di distanza dalla sua vittoria con L’Essenziale. E proprio da quella canzone è ripartito, sul palco insieme all’attore Filippo Scotti, noto per il suo ruolo di protagonista nell’ultimo film di Paolo Sorrentino. Il cantante e l’attore si sono parlati faccia a faccia, leggendo alcuni tweet con l’intento di denunciare la cattiveria che scorre senza freni sui social. Dopo aver letto senza filtri insulti e cattiverie, l’articolo 21 della Costituzione Italiana: “Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola lo scritto ed ogni altro mezzo di diffusione“. Tradotto: “Puoi dire quello che vuoi…Ma non il ca*** che vuoi. C’è un limite a tutto. Siate gentili, la tastiera è un’arma“, chiosa Mengoni. Ed è proprio la voce di Marco Mengoni che chiude la stagione dei record.

E dopo un Sanremo da record adesso non ci resta che aspettare l’attesissimo evento internazionale, gli Eurovision Song Contest 2022, supportando i nostri vincitori di questo Festival, Mahmood e Blanco.

LaWebstar Copyright © 2021 Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione al n. 36461 Editore e proprietario: Sima Editore s.r.l.s.